le ragadi2018-08-23T08:45:17+00:00

LE RAGADI

Cosa sono
La ragade è un’ulcera lineare (fissurazione) che interessa la pelle o le mucose. Una lesione che va dell’epidermide fino allo strato superficiale del derma, visivamente, appare quindi come un taglietto poco profondo.
Le zone più colpite sono quelle soggette a stiramento: le mani, i piedi, labbra e narici, capezzoli, la regione ano-rettale.
In genere sulle mani compaiono sulle dita come lesioni multiple o, come singola lesione. Se la cute è disidratata: la pelle si mostra
secca e ruvida al tatto.

Cause
Le ragadi si presentano facilmente dove la pelle è più sottile, meno elastica. Numerosi sono i fattori di rischio:

  • il freddo e l’inverno, quando la pelle è più disidratata, perchè il freddo provoca una vasocostrizione dei vasi sanguigni del derma cutaneo;
  • il caldo estremo, all’opposto, tende a disidratare la pelle;
  • l’umidità, che tende a seccare la pelle;
  • bagni e docce prolungati in acqua calda, che seccano la pelle rimuovendo lo strato lipidico protettivo (il sebo)
  • lavaggi delle mani troppo frequenti;
  • l’età, perchè la pelle diventa più sottile e disidratata; e con la diminuzione del grasso sottocutaneo;
  • le malattie dermatologiche, come: dermatite atopica, dermatite da contatto, psoriasi, disidrosi, tutte condizioni in cui la pelle “diviene più esposta alle lacerazioni;
  • l’artrosi delle mani, a causa della ridotta vascolarizzazione;
  • le patologie che alterano il normale flusso di sangue alle estremità, come il fenomeno di Raynaud, lupus eritematoso sistemico, la sclerodermia;
  • il diabete mellito, a causa della conseguente angiopatia diabetica,
  • le professioni che espongono il soggetto a frequenti lavaggi con acqua addizionata da detersivi e detergenti:
  • i traumi da sfregamento ripetuti che alterano il film idrolipidico della pelle.

Sintomi
Le ragadi si manifestano come:

  • taglietti superficiali, ma a volte anche profondi;
  • fissurazioni che raramente superano i 2 cm di lunghezza;
  • spesso con presenza di sangue secco (crosta);
  • piuttosto dolorosi durante le attività manuali quotidiane;
  • lesioni sanguinanti o da cui può fuoriuscire del siero;
  • a volte, come lesioni pruriginose.

Le zone più colpite risultano essere i polpastrelli, gli spazi interdigitali e la pelle attorno alle unghie.
La cute circostante può apparire arrossata, disidratata, ruvida al tatto; mostrare segni di irritazione o di una vera e propria infiammazione, zone di desquamazione e causare la sensazione di pelle “che tira”.

Stagionalità e Prevenzione
Esiste senz’altro una variazione stagionale nella comparsa delle ragadi.
Durante l’inverno la cute tende a essere più secca e meno elastica, e quindi si rompe con più facilità, mentre in estate è più difficile che si verifichino.
L’importante è mantenere la pelle sempre ben idratata, un’abitudine che va osservata quotidianamente, specie dopo ogni lavaggio, per impedire che si secchi e si rompa.

Scopri come prevenire e curare le Ragadi

RHAGADIL CREMA

PREVENZIONE

RHAGADIL SPRAY

TRATTAMENTO RAPIDO

Puoi acquistare Rhagadil
solo in farmacia
Per sapere qual’è la farmacia più vicina a te
compila il modulo sottostante.

RHAGADIL CREMA
e RHAGADIL SPRAY
sono prodotti: